"In Primavera": il nuovo disco dei Foxhound

Il 21 marzo, non a caso il giorno dell'inizio della primavera, è uscito il nuovo album dei Foxhound: In primavera.

Un disco nato dall'isolamento vacanziero della giovanissima e promettente band torinese – l'età media è di 21 anni – presso un luogo completamente immerso nel verde (Villa Gasulì, che dà anche il nome ad una traccia del disco) e lontano dalla caotica vita quotidiana e dalla ormai ridondante e assordante comunicazione odierna.

Le atmosfere che hanno ispirato i quattro giovani torinesi si percepiscono benissimo in questo nuovo disco, più maturo rispetto al primo album Concordia, e che riesce ad affrontare temi importanti quali la condizione umana di alienazione e malinconia, ma soprattutto di solitudine, intesa però con una accezione positiva ossia il sollievo di riuscire a trovare un equilibrio interiore lontano da tutto.

Le sonorità dei Foxhound sono riuscite sicuramente a spiccare nel nostro panorama musicale, ma c'è nelle intenzioni della band la voglia di farsi conoscere anche all'estero, motivo per il quale i testi di In Primavera sono cantati in inglese, nonostante ora i ragazzi abbiano comunque voglia di continuare a sviluppare un progetto qui sul suolo nazionale.

Per ascoltare i brani in acustico tratti da “In Primavera”, le curiosità che hanno ispirato questo nuovo e fresco album: