I Mon-key's sono tornati. E ripartono da #4amici

Il 4 aprile hanno convogliato più di 300 persone su dei pullman con destinazione misteriosa e ignota: è con un secret show che i Mon-key's sono tornati a farsi sentire dopo quattro anni di assenza!

Un live carico di trucchi di scena – i cinque ragazzi sono saliti sul palco con un make-up “invecchiato” - di effetti scenici, di maghi e di attori..il tutto per presentare il nuovo disco Ultimo, album carico di voglia di riscatto sociale e culturale, capace di mantenere quel filo di ironia che da sempre ha contraddistinto la band.

Nonostante il concept sarcastico dell'essere “non più tanto giovani” per fare musica in Italia, ideato in occasione del release party ma anche dalla grafica della copertina di Ultimo, i Mon-key's di novità fresche e innovative ne hanno portate: a cominciare dall'entrata del nuovo – giovane per l'appunto – membro nel gruppo, Gianluca “Gillo” Giangol (chitarra e suoni elettronici), che ha solidificato una maturazione generale nel sound della band. Ma anche la collaborazione con il giovanissimo rapper emergente Change nel brano Invisibile.

Per Ultimo il gruppo ha deciso di abbandonare qualsiasi etichetta e darsi all'autoproduzione, cercando di portare avanti un progetto a kilometro 0 per dare voce anche a realtà locali, differenti tra loro, con idee creative e che hanno molta voglia di emergere, ma che trovano difficoltà a farsi riconoscere nel contesto nazionale.

In una tracklist molto grintosa e dai toni sarcastici, si distingue e si fa riconoscere tra gli altri il brano Piove il sole dedicata alle attività e all'operato della onlus U.G.I (Unione Genitori Italiani), realtà molto vicina e cara ai musicisti torinesi.

Per riascoltare l'intervista e i brani in versione acustica dei Mon-key's: